Ministero della cultura

Ricerca

Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito N1402
Data topica
Data Topica [Innsbruck]
Descrizione / Abstract / Regesto
Descrizione / Abstract / Regesto Dissertazione apologetica di Antonio Buffa, barone di Monte Giglio e Haiden, consigliere della Reggenza dell'Austria Superiore in Innsbruck e dinasta della giurisdizione tirolese di Castellalto (Valsugana). Dopo un excursus storico sulla fondazione di Trento da parte del “dux Rethus”, e sulle dominazioni di Romani, Ostrogoti, Longobardi e Franchi, l'autore passa in rassegna ed esamina una notevole mole di documenti, prendendo le mosse dalle donazioni imperiali del 1027 a favore dei vescovi di Trento, per giungere alle transazioni fra principato vescovile di Trento e Casa d'Austria del secondo Seicento, nell'intento di dimostrare, su basi storico-giuridiche, la legittimità delle pretese di Casa d'Austria in punto di prerogative eminenti “in temporalibus” rispetto al Principato vescovile di Trento. Il testo è corredato da numerose citazioni tratte dai testi giuridici di riferimento, e dagli “Annali, overo Chroniche di Trento” di Giano Pirro Pincio (sec. XVI), editi a stampa nel 1648
Condizioni del materiale
Condizioni del materiale discreto nel complesso. Danni da lacerazione alle carte 1 e 66 (prima ed ultima), staccate dal fascicolo. Fascicolo di 66 carte. Filigrana: colomba, contromarca: monogramma con lettere K / GVG (rilevata in area trentina a metà sec. XVIII). Margine sinistro dello specchio di scrittura segnato a secco. A c. 2r, il titolo dell'opera “Augustissimæ Domus Austriacæ specialia iura in territorio etiam Tridentino, cum suis initiis, causis et titulis, ex historiis archivii Oenipontani documentis aliisque deducta perennique usu ac observantia a pluribus etiam centennis annis firmata”, replicato a c. 66v da altra mano con l'aggiunta “auctore Antonio Bu[ffa] barone de et a Lilien[berg] Regiminis Oenipontani c[onsiliario] reg.”
Antroponimi
intestazione Buffa, Antonio
intestazione Trento, chiesa / principato vescovile di, storia
intestazione Asburgo (Austria), Casa d'
intestazione Hippoliti, Baldassarre da Pergine (Trento)
intestazione Alberti Poia, Francesco Antonio
Riferimenti bibliografici
Riferimenti bibliografici A. COSTA, I vescovi di Trento. Notizie – profili, Trento 1977, p. 174 con nota 1, sul contesto di produzione della dissertazione di Antonio Buffa (per parte austriaca) e della scrittura di risposta del cancelliere Alberti Poia (per parte tridentina), ovvero l'elezione di Francesco Alberti Poia, zio del cancelliere, a vescovo di Trento (1677-1689) e le controversie sorte fra i commissari imperiali inviati a Trento a 'presenziare' a tale evento, ed il Capitolo della cattedrale di Trento cui competeva l'amministrazione “in temporalibus” in sede vescovile vacante

Relazioni delle schede