Ministero della cultura

Ricerca

Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito 0028 - 1137 novembre, casella 18
Data topica
Monte Vasone (Siena)
Descrizione / Abstract / Regesto
Permuta fatta tra Aldemaro, vescovo di Volterra, e Ranieri, vescovo di Siena. Il vescovo Aldemaro concede la metà del castello e borgo di Montieri con le argentiere, riservandosi la decima del terratico dell'argentiera, e tre una piazze e un edificio nel castello di Chiusdino. Ranieri, vescovo di Siena, dà in cambio ciò che possiede nella pieve di Scorgiano, in località "Fabrica". Il vescovo Aldemaro concede la metà del castello e borgo di Montieri con le argentierie ritrovate e da ritrovarsi e più quella già ritrovata dal vescovo Crescenzio suo predecessore che aveva comprato dal conte Ranuccio Pannocchia, eccetto la decimazione del terratico dell’ argentiera che riserva al suo vescovado; e di più concede una piazza e edifizio nel castello di Chiusdino e due piazze nei borgo pred.° lunghe 30 braccia e larghe 16. Per detta cessione riceve in cambio dal vescovo di Siena ciò che possedeva nella pieve di Sorsciano (Scorgiano) e a Fabbrica, del territorio di Volterra
Lingua e scrittura
Lingua e scrittura Latino
Condizioni del materiale
Buono. La pergamane è stata restaurata.
Toponimi
Siena
Montieri (Grosseto)
Monte Vasone (Siena)
Volterra (Pisa)
Chiusdino (Siena)
Scorgiano (Siena)
Riferimenti bibliografici
Riferimenti bibliografici Reg. - Inventario delle pergamene conservate nel Diplomatico dall'anno 736 all'anno 1250, a cura di A. LISINI, Siena 1908, p. 77 (alla data); F. SCHNEIDER, Regestum senense. Regestum der Urkunden von Siena 713-1235, I, Roma 1911, n. 179; ed. - Il Caleffo Vecchio del Comune di Siena, I, a cura di G. CECCHINI, Siena, Accademia senese degli Intronati, 1931, pp. 28-29 e bibliografia ivi citata

Relazioni delle schede