Ministero della cultura

Ricerca

Segnature
Segnatura precedente
Segnatura mazzo n. 270
Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito XIII - ALTOPASCIO
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/01/1201 - 31/12/1300
Descrizione fisica
Integrazione alla descrizione Tipologia: atto || Misure: 240 x 350 mm || Supporto: pergamena || Stato: mutila || Stato di conservazione: buono || Condizione: stesa
Descrizione / Abstract / Regesto
01. Atto || Datazione (rilevata): 1 Gennaio 1201 - 31 Dicembre 1300 || Carattere: privato || Traditio: originale || Persone: || testimone: Acta [...] inuria [...] Lando Tolomei || testimone: Benencasa quondam Juncte e Pangno Teste, || testimone: Domino Orlando quondam Filippi e Signoretto Notaro || ??? Acta [...] inuria [...] Lando Tolomei || Regesto: || Bella[. . . ] rardi Gallocti di Vivinaria Maggiore di anni 14, debitamente interrogata dal notaio, vende a Cortenova Massario di Selvalece quondam Torscelli di Lucardo Converso dell'Ospedale di S. Jacopo dell'Altopasso ricevente ecomprante per sè e per Jacopina sua Massaria e figlia quondam Guilielmi di Versilia, et pro emantione o Ospiedale di S. Jacopo di Altopasso un pezzo di terra posto in confini di [. . . ] luogo detto allo Stallatoio della misura di quarre 2 e scale 24 a giusta pertica. Per la qual vendita detta Bella confessa di aver ricevuto dal detto Cortenuova che paga per sè detta emansione, e detta jacopina, e dei denari suoi, di detta emansione e di detta Jacopina £. 28 di buoni denari lucchesi apiccola moneta di Lucca a ragione di £. 10 per ciascuna quarra. || Acta [. . . ] inuria [. . . ] Lando Tolomei, Benencasa quondam Juncte e Pangno Teste, Testimoni. || N. B. questa pergamena è quasta. || (Altra pergamena) Secolo XIII Si contiene nel libro delle tenute, precetti o sequestri fatto al tempo di Domino Gherarduccio Maluti Vicario di Ficecchio per il Comune di Lucca nell'anno 1256 che Gerardo nunzio del detto Vicario riferì a Armanno notaio di Venerdì 10 Novembre di aver per l'Ospedale d'Altopascio indotto corporalmente, Orlando quondam Jacobi di Corliano, e Cortenuova Sindaco del detto Ospedale, nella tenuta e possesso di due pezzi di terra posti nei confini di Ultrario nel luogo detto Vichio. || Actum nella casa [. . . ] quondam Rainerii dove si rende il diritto per il Comune di Fucecchio [. . . ] Domino Orlando quondam Filippi e Signoretto notaio, Testim.

Relazioni delle schede