Ministero della cultura

Ricerca

Segnature
Segnatura precedente
Segnatura mazzo n. 63
Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito 01-01-1197 - S.FREDIANO
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/01/1197
Descrizione fisica
Integrazione alla descrizione Tipologia: atto || Misure: 210 x 265 mm || Supporto: pergamena || Stato: integra || Stato di conservazione: ottimo || Condizione: stesa
Descrizione / Abstract / Regesto
Descrizione / Abstract / Regesto 01. Atto || Datazione (rilevata): 1 Gennaio 1197 || Carattere: privato || Traditio: originale || Topica: e vogliono a titolo di proprietà, come pure delle cose a loro appartenenti; inoltre Donnabella, moglie di detto Malabranca, acconsente a questa vendita, rinunziando ad ogni diritto sopra detto Villano; e tuttociò fu fatto col consenso di Gualterone nepote del venditore, di Engeldisia figlia del medesimo e di Guidone marito di detta Engeldisia. apud plebem Carrarie / Carrara, presso la pieve di S. Andrea (?) || Persone: || rogante: Conforto notaio del Sacro Palazzo e della Curia Lunense (signum: 1) || Regesto: || Conforto notaio del Sacro Palazzo e della Curia Lunense Malabranca quondam Tinioso di Petrognano confessa di aver ricevuto il prezzo stabilito da Don Vitale priore della chiesa di S. Andrea di Carrara in Lire Imperiali 4, per le quali avegli venduto un villano di sua pertinenza in Petrognano nominato Fabianello con tutti i diritti e azioni che gli appartengono sopra di lui e sopra tutte le sue possessioni mobili e immobili, cosicchè il detto priore e suoi successori potranno fare di lui e suoi eredi ciò che vogliono a titolo di proprietà, come pure delle cose a loro appartenenti; inoltre Donnabella moglie di detto Malabranca acconsente a questa vendita, rinunziando ad ogni diritto sopra detto Villano; e tuttociò fu fatto col consenso di Gualterone nepote del venditore, di Engeldisia figlia del medesimo e di Guidone marito di detta Engeldisia. Actum apud plebem Carrarie. || signa Di Uberto Torano, di Iacopino marito di Donna Diamante di Peregrino di Padule di Gerardetto molinario, di Viviano quondam Pincone di Miselia.

Relazioni delle schede