Ministero della cultura

Ricerca

Segnature
Segnatura precedente
Segnatura mazzo n. 270
Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito XIII - S.M.CORTEORLANDINI
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/01/1201 - 31/12/1300
Descrizione fisica
Integrazione alla descrizione Tipologia: atto || Misure: 580 x 810 mm || Supporto: pergamena || Stato: piccole lacune || Stato di conservazione: discreto || Condizione: stesa
Descrizione / Abstract / Regesto
01. Atto || Datazione (rilevata): 1 Gennaio 1201 - 31 Dicembre 1300 || Carattere: privato || Traditio: copia || Persone: || rogante: Lamberto Rape || esemplante: Inghifredo di Bongiorno notaio (signum: 2) || Regesto: || Inghifredo Bongiorni notaio trasse dai rogiti di Bartolomeo Rape con sua licenza. || Don Alamanno Arciprete della Chiesa di San Martino di Lucca Rettore dell'Ospedale di Sant'Alessandro e con i canonici del Capitolo lucchese, nominati nella pergamena, vendono ai frati Baroni Priore dell'Eremo di Moriglione eremitani dell'ordine di Sant'Agostino della provincia di Lucca ovvero Pisana, sindaci e procuratori costituiti da frate Guido Priore generale di tutto il detto Ordine e da frate Jacopo Provinciale Priore del detto Ordine un pezzo di terra che è fuori della città di Lucca dopo la chiesa di San Colombario, con casa murata solariata, e l'orto dopo essa casa fra i confinanti, è nominata la Mansione del Tempio. Tal vendita è fatta per il prezzo di £ 200 e denari 8 lucchesi piccoli, ricevendo però il detto Don Alamanno in compenso e nome di detta quantità di vero prezzo alcune rendite di biade che il detto Ordine ricava da talune terre che possiede in Carrara nei confini della Cappella di Santa Margherita. || N. B. Questa pergamena è mancante in parte da uno dei lati. || Note: 51-nel regesto il nome del notaio rogante Š Bartolomeo

Relazioni delle schede