Ministero della cultura

Ricerca

Segnature
Segnatura precedente
Segnatura mazzo n. 58
Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito 01-01-1192 - S.PONZIANO
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/01/1192
Descrizione fisica
Integrazione alla descrizione Tipologia: atto || Misure: 220 x 468 mm || Supporto: pergamena || Stato: integra || Stato di conservazione: ottimo || Condizione: stesa
Descrizione / Abstract / Regesto
Descrizione / Abstract / Regesto 01. Atto || Datazione (rilevata): 1 Gennaio 1192 || Carattere: privato || Traditio: originale || Topica: 29 per censo. Luce domo mea Glandonis / Lucca, nella casa del notaio rogante || Persone: || rogante: Glandone notaio imperiale e giudice di Re Enrico (signum: 1) || Regesto: || Glandone notaio Imp. e giudice del Re Enrico. || Bifolco quondam Brunetto Alberti allivella a Sornacchio di Picciorano q. Gerardo e suoi eredi e proeredi la metà per indiviso di ogni diritto, azione, che gli appartiene sopra un pezzo di terra con casa, orto, alberi e viti, posto presso la Fratta, e che esso Bifolco ha per intero a livello da Turciano della Fratta, e rende ogni anno per censo 29 soldi Lucchesi, e nominamente soldi 10 per detta casa, e 19 per tutta l'altra terra. Inoltre gli allivella la metà di un altro pezzo di terra olivata con alberi e viri, posta ivi, a contatto dell'altra, da ' esso Bifolco acquiastata da Detaiuti Meganga quondam Gontardo; con questo che detto Sornacchio debba pagare a Turciano a nome suo e di detto Sornacchio soldi 29 per censo. Act. Luce domo mea Glandonis. || signum Di Bifolco allivellante. || signum Di Brisciorino quondam Martino, di Bettuscio quondam Barone, di Grillo quondam Guilialmino di Vico.

Relazioni delle schede