Ministero della cultura

Ricerca

Segnature
Segnatura precedente
Segnatura mazzo n. 265
Denominazione (dell'unità descritta)
Titolo attribuito ..-08-1299 - SERVITI
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/08/1299 - 31/08/1299
Descrizione fisica
Integrazione alla descrizione Tipologia: atto || Misure: 2633 x 710 mm || Supporto: pergamena || Stato: piccole lacune || Stato di conservazione: buono || Condizione: stesa
Descrizione / Abstract / Regesto
01. Atto || Datazione (rilevata): 1 Agosto 1299 - 31 Agosto 1299 || Carattere: privato || Traditio: originale || Persone: || rogante: Inghifredo Bongiorni notaio (signum: 1) || testimone: nome di un o e l'anno e il mese nel quale fu l'atto || Regesto: || Inghifredo Bongiorni notaio Petruccio quondam Bonaventura Pandolfini della contrada di S. || Salvatore in Muro per metà e Coscio o Bonaccorso Quondam Lucterii Ierve per l'altra metà avevano venduto a frate Bonaventura già Priore del convento dei Frati dei Servi di S. Maria di Lucca stipulante in nome di detto convento e frati un pezzo di terra che è con edificio, casa murata e corte dopo di essa posto nella contrada di Lucca, anzi nella città di Lucca nella contrada di S. || Michele degli Angeli, anzi degli Avvocati, per il prezzo di £ 150 di denari lucchesi a buona moneta, e detto prezzo confessano di aver ricevuto dal detto Priore e diedero il permesso, anzi il possesso di detta casa, terre e edificio come tutto ciò asserisce frate Galgano Priore del detto convento risultare la pubblica scrittura di mano del quondam Lucchesis Boccameli notaio dell'anno 1275. Non trovandosi detta carta o rogito di vendita e non essendosi potuta trovare fin ora nei libri o memoriali o protocolli dei contratti del quondam Soprascritto Lucchese e potendo ciò essere di pericolo imminente e danno per i detti frati, i detti Petruccio e Coscio a petizione del detto frate Galgano rinnovano la detta vendita e la confessione del ricevuto prezzo. || Manca un pezzo in questa pergamena nel quale eravi forse il luogo dove era stato rogato questo nuovo atto; e solo può leggersi il nome di un testimonio e l'anno e il mese nel quale fu l'atto stesso scritto e pubblicato dal notaio del quale segue il segno e la firma.

Relazioni delle schede