Ministero della cultura

Esplora

Progetto di digitalizzazione

Patrimonio documentario

Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Denominazione
Denominazione Firenze, S. Marco (domenicani)
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/01/1145 - 31/12/1637
Soggetti Produttori
Soggetto produttore Firenze, S. Marco (domenicani)
Soggetto conservatore
Soggetto conservatore Archivio di Stato di Firenze
Strumenti di ricerca
Strumenti di ricerca Inventario delle Cartapecore conservate in questo I. R. Archivio Diplomatico delle quali non è stato compilato lo Spoglio fino a questo dì 4 luglio 1822, che sono disposte cronologicamente secondo la Provenienza delle medesime in piccoli fascicoli, coll'indicazione del numero in ciascuno di essi compreso. N° 22 S. Marco di Firenze
Strumenti di ricerca Spoglio delle Cartapecore e Conventi di S. Domenico di Firenze e di S. Marco di Firenze
Descrizione del contentuto
Detto anche S. Marco Novello, chiesa dei Salvestrini. Fin dal 1230 esisteva in questo luogo un oratorio dedicato a S. Marco, il quale fu concesso dalla Repubblica nel 1290 ai Monaci Salvestrini che vi edificarono una più vasta Chiesa e Convento. Espulsi nel 1436 per la loro scostumatezza, furono sostituiti dagli attuali domenicani. Il Convento fu allora ingrandito grazie ai contribuenti di Cosimo Medici (cfr. F. Fantozzi, Nuova Guida: ovvero descrizione storico-artistico-critica della città e contorni di Firenze, Firenze, Ducci, 1844, pp. 428 sg., n. 165; anche O. Fantozzi Micali-P.Roselli, Le soppressioni dei Conventi a Firenze. Riuso e trasformazioni dal sec. XVIII in poi, Firenze 1980, scheda 58).
Storia archivistica
Versamenti || 1812, effettuato da Commissario degli archivi delle corporazioni religiose soppresse, unità 329; segnatura fonte Archivio Diplomatico (1778-1852), n. 154, p. 79. Testo verbale: "1812 - 16 gennaio / Dal medesimo [Tanzini, Commissario dell'Archivio delle Corporazioni religiose soppresse della Toscana] sono state trasmesse lei seguenti Pergamene: / Dè Frati di S. Marco di Firenze, in n° di 329 e un documento cartaceo".

Relazioni delle schede