Ministero della cultura

Esplora

Progetto di digitalizzazione

Patrimonio documentario

Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Denominazione
Denominazione Gherardi (deposito)
Estremi cronologici
Estremo cronologico testuale 01/01/1307 - 31/12/1782
Soggetto conservatore
Soggetto conservatore Archivio di Stato di Firenze
Descrizione del contentuto
Archivio di famiglia. Cfr., Guida Generale degli Archivi di Stato Italiani, Roma, 1983, vol. II, p. 160. La famiglia assunse, per via matrimoniale, i cognomi Piccolomini e D'Aragona a partire dalla seconda metà del sec. XVII. Cfr., ENI, III, p. 416. Nel fondo ASF., Gherardi Piccolomini D'Aragona, si segnala una serie di spogli di pergamene tra cui: "Spoglio cronologico delle pergamene dell'archivio Gherardi Piccolomini D'Aragona" (Inventari N/260, n. 789, inoltre nel medesimo inventario esiste alle carte 30 - 35 un indice cronologico delle pergamene (1307 - 1782)).
Storia archivistica
Versamenti || 1892, effettuato da Gherardi Piccolomini D'Aragona Dazzi Del Turco, Francesco, Gherardo e Roberto, unità 243 (1307) ; segnatura fonte Soprintendenza generale agli archivi toscani e Archivio di Stato di Firenze, n. 285 / 696. Testo verbale: titolo del fascicolo:"1892 - 1893 maggio - giugno. Sig. Gherardi Piccolomini d'Aragona Dazzi Del Turco. Deposito dell'archivio Gherardi." / all'interno: / minuta del rapporto del Soprintendente al Ministero degli Interni sull'archivio Gherardi: / "...Percorrendo abbenchè di volo il sommarissimo elenco che ne hanno esibito (nel fasc. non si trova NdS) era fatto di notarvi da ben oltre dugento documenti membranacei dal 1307 in poi ...". / [Atto di deposito] / "L'anno Milleottocentonovantre e questo dì ventuno del mese di marzo in Firenze. Navvedi che i nobili signori capitano Francesco, cavaliere Gherardo e don Roberto fra loro fratelli Gherardi - Piccolomini D'Aragona Dazzi Del Turco volendo dare un assetto definitivo all'archivio di famiglia, di un valore storico assai rilevante, e nell'intento di facilitare agli studiosi l'esame degli importanti documenti formanti parte del medesimo, stabiliscono di depositarlo nell'Archivio di Stato di Firenze [...]. / Amerigo Sandrucci notaro.".

Relazioni delle schede